Gnatologia NeuroMuscolare

Domanda: soffro da oltre un’anno di disturbi acufenici (fruscii continui con apice massimo in serata) eta’ 68 anni avuta gia’ una visita otorino di livorno che mi dice che la eventuale causa potrebbe derivare da cardiospirina che assumo ogni giorno (1 pil).

Risposta:  non c’è una risposta precisa sugli acufeni purtroppo e mi devo rimettere anche io al parere degli specialisti otorini. Ritengo tuttavia per esperienza che l’origine mandibolare di questi problemi sia sottovalutata e consiglio sempre prima di una rinuncia alla diagnosi di eseguire una visita clinica di verifica della tensione muscolare della mandibola e di altri segni di disfunzione associabili agli acufeni. La temporanea riduzione di tali fenomeni tensivi con manipolazioni o TENS è infatta utilizzabile per una diagnosi  mirata Saluti Dott. Andrea Gizdulich


Domanda: ho la mandibola che scricchiola alla massima apertura, a volte sotto il mento, quando apro la bocca mi entra un dolore di accavallamento muscolare !!!

Risposta:  il rumore articolare non necessariamente è significativo di una patologia grave ma va studiato sempre. è probabile invece che esista una tensione dei muscoli pterigoidei estremamente diffusa che è capace di generare dolore tipo spasmo muscolare e crea risentimenti indiretti sui muscoli cervicali. Una semplice visita clinica con palpazione muscolare dovrebbe poter verificare questo meccanismo ed indirizzarla verso la terapia più utile.Saluti Dott. Andrea Gizdulich


Domanda: In seguito ad una lussazione al lato sinistro della mandibola ho cominciato ad accusare dolori al collo e alla schiena. Mi sono rivolta ad un chirurgo maxillo facciale il quale mi ha detto che l’articolazione non era danneggiata e non mi ha fatto fare nessun tipo di esame. Ora a distanza di alcuni mesi mi sono accorta che la mandibola si è “inclinata” dal lato della lussazione e nell’ultima settimana ho avuto gonfiore su tutto il lato sinistro del viso, forte dolore e impossibilità ad aprire la bocca. Al pronto soccorso mi hanno consigliato una visita neurologica urgente, seguita da quella dentista. Vorrei un suo parere . Ringrazio

Risposta:  da sola la presenza di limitazione in apertura della bocca fa pensare ad un problema sottovalutato che in alcuni casi può cronicizzare in modo antipatico. Escluderei per ora la visita neurologica e mi concentrerei sulle definizione diagnostica dei problemi mandibolari segnalati. Meglio prima una visita clinica gnatologica per poter essere indirizzata ad eventuali esami idonei allo studio del suo caso ed eventualmente iniziare la terapia medica indicata nei casi di patologia articolare acuta.Saluti Dott. Andrea Gizdulich



Domanda: Sono 3 mesi che soffro di QUOTIDIANI mal di testa/cefalea. Essi NON SONO MAI debilitanti o di intensità *forte* ma non provo sollievo con nessun antinfiammatorio almeno fino ad ora provato. Non ho mai sofferto in passato di mal di testa.Le scrivo da ROMA e vorrei sapere se lei mi può aiutare ad uscirne da questo problema che alla lunga è debilitante.

Risposta:  ci sono molte cause della cefalea tra cui anche quella mandibolare. Bisogna indagare sulla sede e caratteristica del dolore per indirizzarla eventualmente ad una visita gnatologica che verifichi lo stato di sofferenza dei muscoli mandibolari e cervicali trattabili con idonea terapia mandibolare. Se non trova rimedio e le dovessero confermare l’origine muscolo tensiva potrebbe seguire questa strada. Saluti Dott. Andrea Gizdulich

CONTINUA.. 


CENTRO GNATOLOGICO
CONSULENZA
CLINICHE SST
TMD CARE | TEST ONLINE
Facebook