Gnatologia NeuroMuscolare

Domanda: Carissimo dottore,quasi un anno fa,ho iniziato ad avere dolori al viso.secondo il medico di base..infiammazione del trigemino.dopo 5 giorni di cortisone il dolore si è calmato,ma al 6 nuovamente punto e a capo.ora il dolore si è esteso al collo,spalla,braccio ,inguine e gamba sinistra.visita da un altro medico che x tutta risposta mi manda dal neurologo.visita tutto ok. nn demordo e faccio un altro consulto…esito,dipende tutto dalla mandibola.cm può essere.

Risposta:  la presenza dolore in sede trigeminale è scatenato da fattori dentali e non da approfondire certamente con riscontri clinici più specifici e con esami di controllo. Esistono forme di dolore muscolare originate dalla mandibola che si riflettono anche sui segmenti più lontani ma la sola visita clinica non po’ dimostrarlo con certezza. Per questo esistono esami funzionali specifici della mandibola per verificarne i difetti e le capacità di recupero con idonea correzione. trovato il problema si procede a terapia. consiglio una visita specifica gnatologica dettagliare la diagnosi Saluti Dott. Andrea Gizdulich


Domanda: Circa un mese e mezzo fa ho iniziato ad avvertire le prime vertigini con progressivo irrigidimento del collo e conseguentemente della mandibola e sbandamenti tendenzialmente verso destra. Premetto che ho 36 anni, che soffro di sinusite. Dal test vestibolare non è emerso alcun particolare.
Dalla RM non sono emerse particolari patologie. La rx arcate dentarie che ora è presso il mio dentista non ha evidenziato particolari malformazioni. Lo stesso mi ha fornito uno specifico bite per allentare la tensione mandibolare da lui riscontrata. L’uso del bite ha peggioratpo la situazione. L’ho sospeso ed ho iniziato delle sedute di agopuntura (per ora tre) con risultati abbastanza positivi. Oggi sono stato a fare una visita da una posturologa che mi ha riscontrato un disallineamento posturale legato ad un uso non corretto di scarpe da ginnastica pronatrici. Facendo delle prove mi ha fatto notare che con il bite il disallineamento diminuiva. Utilizzandolo però per alcune ore di giorno ho riscontrato di nuovo un netto peggioramento della rigidità facciale nonché il ritorno delle vertigini, prima sparite con le sedute di agopuntara e l’uso di Oki.

Risposta:  è un fatto noto che alcune forme di tensione muscolare generino sintomi vertiginosi per attivazione del sistema vegetativo anche se con meccanismo ancora non chiaro e direi che è anche il suo caso. Il fatto però che la correzione mandibolare non sia adeguata sembra confermato dalle indagini che non dimostrano segni di patologia, ossia non si è individuato un difetto mandibolare certo e dunque è anche empirico il concetto che il bite le porti rilassamento muscolare. la valutazione posturale del bite che ne dimostra le capacità anche se peggiora i sintomi spiega bene perché sia impossibile eseguire questo tipo di valutazione. Con questi presupposti la confusione regna sovrana e consiglio di eseguie esami funzionali della mandibola per certificarne in grado di disfunzione presunta e conseguentemente il grado di efficacia della terapia iniziata. Saluti Dott. Andrea Gizdulich



Domanda: da più di un anno soffre tutti i giorni di incessanti mal di testa. Ho fatto vari tipi di risonanze magnetiche e tac alla testa con riscontro negativo. Molte visite Neurologiche assumendo farmaci molto forti e anche qui ho avuto esito negativo. Avendo anche dolori alle orecchie mi sono recata dall’otorino e quest’ultimo mi ha consigliato di fare una visita odontoiatrica. Così facendo ho consultato vari dentisti la quale mi hanno diagnosticato di essere affetta da una forma di bruxismo, di avere una malocclusione con scatto mandibolare e quindi di mettere il Bite specialmente di notte. Così richiestomi ho messo ben 2 tipi di Bite con giovamento solo nei primi giorni. Ora continuo a mettere il Bite ma senza riscontrare beneficio.Non so più cos’altro fare, è un dolore continuo che mi prende la tempia di sx e di dx ad alternanza, accuso malessere fisico ovvero schiena e facciale tra cui orecchio e mandibola.

Risposta: esistono molti tipi di bite e la giusta funzionalità
si trova solo dopo aver identificato il danno occlusale che si vuole correggere ossia si deve accertare con esami specifici la diagnosi di malocclusione. E’ inoltre possibile che il suo dolore origini da una parafunzione mandibolare indipendente dalla malocclusione per la cui cura esistono dei bite specifici in funzione del tipo e grado di anomalia. Consiglio di fare un passo indietro a cercare una diagnosi più precisa svolgendo una visita specialistica gnatologica Saluti Dott. Andrea Gizdulich


Domanda: salve, soffro di frequenti mal di testa zona nuca e collo ultimamente anche dolore mandibolare nella zona sopra e dietro l orecchio e anche dietro l occhio a volte lato destro a volte sinistro. Sono allergica agli antinfiammatori e ho quindi difficoltà a curare anche il mal di testa che mi dura anche sei sette ore. Porto bite morbido inferiore da sette mesi con modesti risultati. ho sublussazione mandibola dx, rettilineizzazione tratto cervicale con due protusioni e un po di artrosi due protusioni anche lombari nonchè strabismo da quando ero piccola dopo varie peripezie credo sia giunta l ora di verificare se il tutto dipende dalle mie mandibole

Risposta:  direi che è venuto il momento di misurare con esami specifici il grado di deviazione della sua mandibola dalla posizione fisiologica. Solo dopo aver circoscritto il problema si può pensare a correggerlo in modo mirato anche se inizialmente provvisorio. Questa procedura di prudenza è comunemente utilizzata per lasciarle testare gli effetti di una correzione obiettiva e certificata da mantenere e finalizzare in un secondo tempo. Normalmente consiglio questo iter diagnostico Saluti Dott. Andrea Gizdulich



CONTINUA.. 


CENTRO GNATOLOGICO
CONSULENZA
CLINICHE SST
TMD CARE | TEST ONLINE
Facebook