Gnatologia NeuroMuscolare


L’artrosi temporo mandibolare è una malattia cronica degenerativa e progressiva distinguibile in: 

1) PRIMARIA sconosciuta su base genetica, associata a forme di reumatismi sistemici quali Artrite Reumatoide o Spondilite Anchilosante e 

2) SECONDARIA a fenomeni traumatici e infiammatori, prevalentemente a carattere locale, associata ai DCCM.

Sebbene l’artrosi sia classificata come artropatia non infiammatoria, l’infiammazione – di modesta entità – gioca un ruolo importante nella patogenesi del danno articolare portando a cambiamenti progressivi strutturali e funzionali inizialmente di dislocazione del disco articolare o click temporo-mandibolare, successivamente complicato da fenomeni di usura del disco articolare fino alla sua perforazione e profonda modifica della fibrocartilagene articolare con formazione di osteofiti e osteosclerosi che determinano alterazioni delle superifici articolari e formazione di speroni ossei. 

Il disco articolare risulta praticamente assente con l’eccezione di residui, che si osservano spesso in prossimità del polo anteriore del condilo visibili alla RMN. 


L’artrosi temporo-mandibolare inevitabilmente crea una superficie di contatto ossea tra i capi articolari che durante il movimento di apertura generano un tipico rumore di “sabbia”, registrabile con elettrosonografia ATM e rilevabile clinicamente alla palpazione articolare temporo-mandibolare.

Il sintomo più frequente è il dolore che si accentua con il movimento e si riduce col riposo, distinguibile in dolore infiammatorio per la parte evocata dalla liberazione di mediatori dell’infiammazione, e dolore neuropatico per la quota parte di degenerazione delle terminazioni nervose sensoriali. Il dolore non è sempre presente e talvolta anche le limitazioni in apertura sono minime ma rappresenta terreno di facili artriti infiammatorie secondarie che causano improvvisi peggioramenti dei sintomi.

Sebbene non sia possibile prevedere i tempi e l’intensità di tali complicanze la degenerazione artrosica può portare a quadri clinici severi fino all’anchilosi ATM, ossia all’annullamento dei movimenti articolari a causa della parziale o totale fusione dei tessuti articolari.

 continua.. 

CENTRO GNATOLOGICO
CONSULENZA
CLINICHE SST
TMD TEST ONLINE
AIKECM


ICCMO


PARADENTI SPORTIVI