Gnatologia NeuroMuscolare


La radiologia moderna analizza i DCCM con tecnica TC Cone Beam volumetrica (CBCT) che fornisce immagini tridimensionali adatte allo studio morfologico del cranio.

In un unico scatto radiografico si ricavano oltre alle immagini volumetriche anche le classiche proiezioni. Si sostituiscono così analisi più vecchie come la radiografia panoramica (ortopantomografia), la stratigrafia e la tomografia spirale e la telecranio. 

La radiologia volumetrica Cone Beam CBCT rappresenta oggi la più moderna analisi diagnostica per immagine nei DCCM anche delle articolazioni temporo mandibolari. Sono così analizzabili difetti ossei evidenziabili nelle visioni integrali tridimensionali o nelle visioni multistrato tipiche delle TAC. 

Il grande successo della radiologia 3D è dovuto all’utilizzo di un fascio radiogeno conico che permette l’acquisizione di interi volumi di tessuto con dosi assorbite di radiazioni ionizzanti poco superiori ad una vecchia radiografia panoramica e ridotte rispetto ad una TAC tradizionale fino a -70%. 

Le immagini possono essere studiate e analizzate in vario modo con il software senza rischio di dover ripetere l’esame.

ANALISI  DEGLI SPAZI ARTICOLARI


Sono rilevati gli spazi articolari normali della camera superiore e del recesso posteriore, oltre che visibili le superfici ossee articolari

ANALISI INIZIALE DEGLI SPAZI INTERNI ATM


In sezioni sagittali sono identificati i punti di compressione posteriore del condilo mandibolare dentro la fossa glenoide del cranio.


ANALISI DELLE ATM DOPO CURA – RIPOSIZIONAMENTO MANDIBOLARE


Dopo correzione ortopedica della mandibola è evidente la decompressione articolare del condilo anche sul piano anatomico.


CENTRO GNATOLOGICO
CONSULENZA
CLINICHE SST
TMD TEST ONLINE
AIKECM


ICCMO


PARADENTI SPORTIVI